Home » La Fondazione » L’Organizzazione

L’operatività della Fondazione Area è garantita da un’efficiente struttura organizzativa, articolata in alcuni organi ognuno con particolari funzioni:

La segreteria

Le attività amministrative  fanno capo alla segreteria, che si occupa di selezione dei progetti, pianificazione strategica, erogazione dei contributi e rendicontazione delle iniziative finanziate, comunicazione, gestione del patrimonio, amministrazione, aspetti legali e funzioni tipiche di segreteria.

Il presidente

E’ eletto dal Consiglio di Amministrazione al proprio interno e dura in carica fino alla scadenza del Consiglio di Amministrazione che lo ha eletto ed è rieleggibile. Promuove le attività della Fondazione, vigila sull’applicazione dello Statuto e dei Regolamenti, sovrintende l’esecuzione delle delibere del Consiglio di Amministrazione e di tutto il funzionamento della Fondazione.

L’attuale Presidente è il Prof. Paolo Miccoli.

Durante la sua brillante carriera ha ricoperti diversi incarichi fra i quali: presso l’Università degli studi di Pisa, Assistente ordinario alla cattedra di Chirurgia Generale dal 1975 al 1983, Professore associato alla cattedra di Chirurgia Pediatrica dal 1983, Professore ordinario di Anatomia Chirurgica e di Chirurgia Generale dal 1987, Vicedirettore del Dipartimento Universitario di Chirurgia dal 1994 di cui è diventato Direttore dal 2002, Prorettore per i rapporti con la Comunità Europea dell’Università di Pisa dal 2006 al 2010.Dirigente medico e professore ordinario all’Università degli Studi di Pisa, è direttore della Scuola Federale di Specializzazione in Endoscopia Digestiva e Chirurgia dell’Apparato Digerente. Ha fondato la European Society of Endocrine Surgery, di cui è stato il primo Presidente.

Il Consiglio di Amministrazione
E’ costituito da dieci membri, che sono eletti dall’Assemblea.

Il Consiglio di amministrazione è titolare di tutte le funzioni inerenti all’ordinaria e alla straordinaria amministrazione della Fondazione. In particolare, provvede a:

a) nominare il Presidente del Consiglio (che sarà anche Presidente della Fondazione);

b) approvare i programmi annuali e triennali di attività;

c) redigere il bilancio consuntivo, entro quattro mesi dalla fine di ogni esercizio (che si chiude il 31 dicembre di ogni anno) e il bilancio preventivo per l’esercizio successivo (entro il 15 dicembre di ogni anno);

d) ammettere nuovi Membri Partecipanti, determinandone le eventuali quote annuali e imputando le relative somme a spese di gestione o a patrimonio;

e) proporre le modifiche al presente Statuto e lo scioglimento della Fondazione;

f) approvare i regolamenti interni;

g) reclutare il personale dipendente, determinandone lo status giuridico ed economico;

h) autorizzare l’acquisto o la vendita di beni, l’accettazione di donazioni, la stipulazione di contratti, convenzioni e accordi-quadro;

i) promuovere liti attive o resistere in liti passive, conferendo i relativi incarichi professionali;

l) nominare, eventualmente, il Comitato scientifico e disporne la revoca, determinando compensi e rimborsi spese da riconoscere, eventualmente, ai suoi componenti;

m) nominare un Comitato esecutivo, come organo ausiliario del Consiglio, definendone il funzionamento e le attribuzioni (ferma restando l’inderogabilità delle funzioni del Consiglio di cui alle lettere da a ad e e alle lettere h ).

L’Assemblea dei Soci

L’Assemblea è costituita dai Fondatori Promotori,  dai Membri Partecipanti, o dai loro rispettivi delegati.L’Assemblea esercita le seguenti funzioni:– elegge  i membri del Consiglio di amministrazione e i componenti del Collegio dei revisori dei conti;– approva i bilanci consuntivo e preventivo della Fondazione;– delibera sulle modifiche del presente statuto e sullo scioglimento della Fondazione;– formula raccomandazioni al Consiglio sui programmi di attività e proposte per specifiche iniziative ritenute idonee per il perseguimento dei fini della Fondazione.Collegio dei revisori dei conti. E’ composto da due membri, nominati dall’Assemblea. Esso provvede al riscontro della gestione finanziaria; accerta la regolare tenuta delle scritture contabili; esprime il suo avviso mediante apposite relazioni sui bilanci preventivi e sui bilanci consuntivi; effettua verifiche di cassa. I Revisori dei Conti possono assistere alle riunioni del Consiglio di Amministrazione.